Il tuo indirizzo IP

54.91.41.87

 

Il vecchio Google Plus muore, ma risorgerà

Il vecchio Google Plus muore, ma risorgerà

Un’altra delle mille vite di Google Plus inizierà con l’addio alla sua versione “classica” online, il 24 gennaio.

Il social network ripulirà automaticamente i commenti, nascondendo quelli di basso profilo

C’è, cambia, scompare, poi torna. Così dicono. The Big G, con Google Plus, non molla: quando tutti pensano che sia a un passo dalla chiusura, salta fuori il coniglio dal cilindro. Questa volta, un altro radicale cambiamento lo terrà in vita. Anche se a maggio scorso il lancio di Spaces faceva intuire che l’azienda stesse trovando una valida alternativa al suo social network (o layer), nuove funzione annunciate spiegano che si dirà addio al “classico G+”, ma questo non significa che non ce ne sarà un altro.

Un post della Product Manager Danielle Buckeley introduce alcune novità che dovrebbero rendere G+ “un posto migliore”.
Una di queste è la pulizia dei commenti. Il social eliminerà quelli di basso profilo – per intendersi, i vari “followami, ti prego!” – per creare meno confusione e garantire più qualità delle conversazioni ai propri utenti. Ovviamente, sarà sufficiente toccare il menù per visualizzare i commenti cancellati in precedenza.

Altra novità sarà la funzione di zoom per le foto, contenuto molto sfruttato sulla piattaforma. A grande richiesta, torna anche la possibilità di creare Eventi, dal 24 gennaio. Questa è la data per la quale Google annuncia l’addio al “classico G+”, che sarà smantellato nella sua attuale versione online.

Fonte: Wired.it