Il tuo indirizzo IP

54.144.55.253

Bonus PC e Internet: a chi spetta e come richiederlo.

bonus pc

Bonus PC e Internet: a chi spetta e come richiederlo.

E’ iniziata la campagna per richiedere gli incentivi per abbonamenti internet e per l’acquisto di pc e tablet. Ecco tutte le informazioni sugli aventi diritto, dall’Isee alla lista di operatori accreditati e come presentare la domanda.

Il 9 Novembre è iniziata la campagna per richiedere il bonus PC e internet con cui il governo vuole incentivare la diffusione delle connessioni a banda ultra larga in Italia. Questi giorni ha avuto avvio la prima fase dedicata alle famiglie a basso reddito (con ISEE inferiore a 20.000 euro) che potranno attivare una connessione ad almeno 30 Megabit al secondo e acquistare congiuntamente un pc o un tablet usufruendo di un buono fino a 500 euro.

La seconda fase, che dovrebbe partire a fine anno, sarà destinata alle famiglie con ISEE fino a 50.000 euro e alle imprese. In questo caso, in base a quanto riportato da Infratel Italia, la società che il ministero dello Sviluppo economico ha incaricato della gestione del bonus, le famiglie con ISEE tra i 20.000 e i 50.000 euro potranno beneficiare di un incentivo di massimo di 200 euro per attivare con gli operatori accreditati una connessione a banda ultralarga (ad almeno 30 Mbps) presso la propria unità immobiliare. In questo caso, quindi, il bonus potrà essere utilizzato soltanto per l’abbonamento a internet e non coprirà l’acquisto di un pc o tablet associato.

Per le imprese, sempre nella seconda fase, il contributo potrà variare tra i 300 e i 2.500 euro. Saranno quindi riconosciuti 300 euro per le imprese cha attivano connessioni a velocità comprese tra i 30 e i 300 Mbps, 500 euro per quelle che attiveranno connessione dai 300 Mbps fino a 1 Gigabit per secondo e infine, per le imprese che attivano connessioni con velocità superiore a 1 Gbps il bonus potrà oscillare dai 2.000 ai 2.500 se ci sono previsti costi di allaccio.

FASE 1: A CHI SPETTA IL CONTRIBUTO

Ecco i requisiti da rispettare in questa prima fase per ricevere il bonus PC e internet:

  • Reddito ISEE inferiore a 20.000 euro
  • Non si è ancora in possesso di una connessione Internet con velocità di almeno 30 Mbps
  • Ci sono ulteriori limiti regionali in quanto alcune regioni hanno richiesto di limitare la misura del voucher ai cittadini residenti in determinati territori: le regioni che hanno introdotto queste limitazioni sono Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria e Toscana (vedi QUI elenco delle limitazioni dal sito ufficiale di Infratel)

FASE 1: A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO

Questa prima fase è dedicata quindi soltanto alle famiglie con Isee fino a 20.000 euro che sottoscrivono un’offerta di connessione a banda ultra larga (almeno 30 Mbps) comprensiva di un PC o tablet da acquistare. In questo caso l’incentivo di 500 euro sarà ripartito in una cifra tra i 200 e i 400 euro per coprire i costi dell’abbonamento e tra i 100 e i 300 euro per l’acquisto del dispositivo.

FASE 1: COME RICHIEDERE IL CONTRIBUTO

Per usufruire del bonus è necessario rivolgersi, in negozio oppure on line ad uno degli operatori accreditati per l’erogazione dei servizi e sottoscrivere una delle offerte comprensive di servizio di connessione a banda ultra larga e PC o tablet presentate dalle compagnie. Per conoscere tutti gli operatori accreditati è possibile visionare qui l’elenco ufficiale nel sito di Infratel .

Sul sito del Comitato per la banda ultra larga (Cobul) i beneficiari possono scaricare l’allegato C – Domanda di ammissione al contributo da presentare agli operatori e in cui devono autocertificare il proprio Isee, dichiarare di non essere già in possesso di una connessione di almeno 30 Mbps e registrare i propri dati. Verranno fatte delle verifiche a campione sulle dichiarazioni rilasciate da parte di Infratel Italia e dalle autorità competenti.

Il bonus verrà riconosciuto fino ad esaurimento delle risorse, ripartite per regione. Sarà compito degli operatori verificare l’effettiva disponibilità dei fondi e prenotare il voucher. Entro 90 giorni sarà sempre l’operatore a erogare il bonus sotto forma di sconto sul canone o sul costo di attivazione e fornirà anche il computer o il tablet di cui i beneficiari diventano proprietari dopo un anno dall’attivazione del contratto. Le compagnie di telecomunicazioni saranno poi rimborsate direttamente da Infratel Italia. Per avere diritto al bonus gli abbonamenti sottoscritti con gli operatori devono avere durata di almeno 12 mesi, salvo eventuali disservizi.

Riportiamo quindi di seguito alcuni link diretti che possono essere utili per procedere con la richiesta:

ELENCO DEGLI OPERATORI ACCREDITATI

ELENCO DELLE LIMITAZIONI REGIONALI

DOMANDA DI AMMISSIONE AL CONTRIBUTO – ALLEGATO C

FAQ – BONUS PC E INTERNET FASE UNO DAL SITO UFFICIALE COBUL

Ecco di seguito i link diretti alle offerte dei principali operatori telefonici:

OFFERTA TIM

OFFERTA WIND-TRE

OFFERTA VODAFONE