Grazie al nuovo materiale si potranno avere accumulatori più capienti e capaci di caricarsi cinque volte più velocemente.

Samsung-Galaxy-S8

Il grafene potrebbe essere la risposta a tutte le domande, almeno quando si parla di smartphone e autonomia. Samsung sta studiando un sistema che coinvolge il nuovo materiale e permette di porre fine alla batteria scarica dei nostri smartphone. Grazie a una copertura in grafene, le classiche batterie agli ioni di litio possono essere contenere il 45 per cento di carica in più ma soprattutto possono essere caricate cinque volte più velocemente. Da una parte quindi potremmo avere smartphone più leggeri, con batterie fisicamente più piccole ma più capienti, dall’altra invece potremmo avere la batteria al cento per cento in una ventina di minuti e una bella dose di energia in soli due-tre minuti. E’ difficile che vedremo la nuova tecnologia sul prossimo Galaxy S9. Probabilmente ci sarà da aspettare un paio d’anni.

Fonte: Wired.it